giovedì, marzo 17, 2005

Neverland

http://citarsiaddosso.blogspot.com/ Posted by Hello



Nato il 29 agosto 1958, nella città di Gary, Indiana, Michael Jackson cresce in una famiglia di modeste possibilità ma ricca di dignità. Il padre Joseph quando non è dedito a picchiare i 72 membri della famiglia Jackson (Michael, Tito, Jarmaine, La toya, Janet, Paolo, Giovanpietro, Gnu, Ozzo, Zeppo, Frollo, Pisolo e Metronomo) suona in una orchestrina, senza particolari risultati. Poi un giorno, mentre perquote Michael con uno scolapasta, ne percepisce il talento vocale e decide selezionando 5 tra i figli più dotati ,di creare i Jackson 5. In breve tempo Michael diventa una star, e comincia a manifestare i primi segni di una singolare natura anomala. A 10 anni inventa il Moonwalker, il che gli permette di diventare assai noto anche come ballerino ma gli impedisce di arrivare in orario a qualsiasi appuntamento. Ricorda Ava Johnson sua insegnante “Veniva sempre in ritardo alle lezioni, per quel suo buffo modo di camminare al contrario...”. I successi aumentano, i dischi vendono milioni di copie e parallelamente crescono le sue ansie e le sue paranoie,Jackson intraprende una carriera solista, ed è oggi considerato il Peter Pan della musica leggera, l’uomo che non vuole crescere (e ci riesce, a conferma che quando hai il conto in banca come il bilancio del Benelux, nulla è precluso...) l’uomo che ha venduto più dischi dei Beatles e di Cristina D’avena messi insieme e dorme con uno scimpanzé (cosa che tra l’altro accade ad almeno uno qualsiasi dei membri di una coppia..), questo almeno quando gli asili sono chiusi per le vacanze estive. Michael adora i bambini, li ama in modo casto e puro, imita la loro innocenza privandosi progressivamente di parti superflue del proprio corpo tra cui il naso, riducendosi a respirare attraverso due buchi come la sua tartaruga Diana, ma dotandosi di due occhi grandi come quelli di un capodoglio e sbiancandosi la pelle, il che gli permetterebbe, almeno nelle sue intenzioni di muovere a compassione qualsiasi membro del Ku Klux Klan, (e ci riesce dando un nuovo senso alla parola Razza e all’utilizzo della candeggina...) sperando di poterne far parte.
Ma il suo più grande sogno, la meta più importante ancora non è stata raggiunta e forse, non lo sarà mai. Perché Michael Jackson in realtà voleva fare il baby sitter. e così per raggiungere questo nuovo straordinario traguardo costruisce una mastodontica casa parco giochi, che fa biecamente chiamare “Neverland”. Ogni anno si ostina a festeggiare il suo dodicesimo compleanno, (malgrado ormai ne abbia una sessantina e sia pressochè indistinguibile dalla sua amica Diana Ross, o dalla statua di cera di Ramses terzo esposta al museo di Egittologia di New York). Inventando così una nuova specie di baby sitter, e cioè quello che non deve fare nemmeno la fatica di andare a casa dei poveri bimbi, poichè i genitori glieli portano direttamente a casa (e la cosa più strana è che lui paga loro..). Il declino comincia quando nel 1990 viene accusato di molestie sessuali dai genitori del piccolo P.M. Invitato a casa sua durante un party nell’asilo nido di Detroit da Jackson stesso travestito da Napo Orso Capo, adescandolo con la scusa di fargli vedere il suo nuovo "Dolce Forno Harbert". scandalo nel mondo dello spettacolo, al suo processo fa ricorso a tutte le amicizie di cui può vantarsi, e come testimoni davanti all’attonito Giudice R. Grossman schiera tra gli altri. Steven Spielberg, Liz Taylor, Diana Ross, King Kong, Primo Carnera, Hulk, Topolino, Bugs Bunny, G.W.Bush (famoso pupazzo televisivo che bombarda ogni cosa si muova nel raggio di 5 cm.) Godzilla, Ken, Barbie, Cicciobello, ed un certo Ottavio Nelson, (sconosciuto nel jet set ma adorato da Jackson). Malgrado l’esame del D.N.A. richiesto dal pubblico ministero inchiodi Jackson, il medico Lee Oswald dichiarò che poiché il codice genetico del Jackson era assolutamente indistinguibile da quello di un fagiolo O.G.M. non poteva essere condannato. Il Fagiolo George Samuel Treethorn, dopo aver salutato i parenti più stretti, si è avviato verso la sedia elettrica dove venne cotto alle 23,08 del 24 dicembre 2003. Uscendo dall’aula del tribunale di Los Angeles Michael Jackson la più famosa Rock Star del mondo ha dichiarato, “nella vita i soldi non sono tutto, a patto che ne abbiate tanti da corrompere la California, e poi, bisognerebbe fare quello per cui si è portati, io volevo fare il baby sitter...”

26 Comments:

Anonymous gianniegianni said...

No comment
Anche per me Maicol è quello delle piroetta e del gridolino. Pensare che le sue calzettine bianche e le sue scarpette college sono andate di gran moda per un certo periodo... R
accapricciando all'indietro, oggi mi vien da dire che a forza di spostare materiale organico nel suo corpo (togli dal naso, metti nello zigomo, togli dall'arcata sopraccigliare e metti nel mento, etc) ha sovvertito ogni legge della fisica.
Adesso sembra un po' un misto tra Janett, sua sorella e il mio fornaio dopo il primo impasto.

;o)

sempercumlove

4:44 PM  
Anonymous Anonimo said...

Tessssoro, hai visto che coincidenza? Guarda che ho commentato alle 4:44 e qualcuno mi ha detto che il 4 è il numero dell'amore...
(non è vero, me lo sono chiaramente inventata, però nell'oroscopo del Mago Amothep, era già tutto scritto) ...

eh, he...

;o)

SMMMMUAK

4:56 PM  
Blogger alpan said...

si vola alto signor hobbs....ormai il connubio post-illustrazione ha raggiunto l'rragiungibile...cosa altro aggiungere?
Ci stai abituando troppo bene, è un vero piacere leggerti!!!

5:24 PM  
Anonymous skritch said...

quoto e sottoscrivo alpan. sei troppo un grande!

6:05 PM  
Blogger ermione said...

..che dire.
mi inchino di fronte a tanto sano sardonico cinismo.
davvero grande!

7:16 PM  
Blogger mn said...

WE ARE THE WORLD, WE ARE THE CHILDREN: CANTAVA...
IMMAGINO CHE QUESTO RITORNELLO DI SCADENTE MUSICA COMMERCIALE ABBIA OSSESSIONATO ANCHE TE HOBBS, ED E' PER QUESTO CHE HAI SCELTO M.J. PER UN'ALTRA DELLE TUE CARINISSIME (NON AVREI MAI CREDUTO DI POTER USARE LA PAROLA "CARINISSIMA")BIOGRAFIE.
MA QUANDO MI AIUTI AD APRIRE IL MIO BLOG????

11:34 AM  
Blogger hobbs said...

@Gianniegianni: a questo non avevo pensato, un pezzo qua uno la, alta macelleria....

@Alpan : grazie, davvero, ma non sei un po di parte? vabbè che non ti ho fatto pagare il ritratto però... ;-))

@Skritch : grazie... ma la gara l'hai vinta...?

@Ermione : ...mi leggi malgrado le temperature da altoforno, stoica...

@Mn : ..quando vuoi.. ;-)

12:15 PM  
Blogger Evdea said...

Dopo la prima non condanna mi chiedo quale genitore con un minimo di sale in zucca lascerebbe suo figlio solo a Neverland... questo mi lascia perplessa ad ogni processo che aprono a suo carico...

12:17 PM  
Blogger mn said...

RIGUARDO ALL'ILLUSTRAZIONE: DIFFERENTEMENTE DA QUELLE DEI POST PRECEDENTI, QUESTA E' UN PO' INQUIETANTE...
IL PERSONAGGIO A PENSARCI BENE NON TI METTE PROPRIO A TUO AGIO, PERCHE', COME LA METTI LA METTI, TI PONE DI FRONTE A DIVERSE QUESTIONI ETICHE DI DIFFICILE SOLUZIONE. TI CHIEDO PERO' HOBBS, HAI DAVVERO VOLUTO PROVOCARE QUESTA "SENSAZIONE DI INQUIETUDINE" TIPO "MI GUARDO ALLO SPECCHIO MENTRE STO SMALTENDO UNA SBRONZA DOPO LA SERATA DI GALA SU UNA NAVE COSTA E FUORI C'E' UN MARE FORZA NOVE"?

4:13 PM  
Blogger hobbs said...

@mn : se hai avuto questa sensazione, allora ho raggiunto il mio scopo, ma la verità è che la sua immagine reale è ben più inquietante della mia illustrazione.....

5:05 PM  
Anonymous skritch said...

hobs, non l'ho vinta ancora la gara... ;)
ma che vuoi dire "ci si sdoppia a volte"

5:15 PM  
Anonymous Una Persona Intorno said...

Di te sai che penso..di lui..mi viene una gran tristezza ogni volta che lo vedo..
Come può essere così infelice..

Il post caro hobbs al solito e un'altro esempio della tua surreale ironica creatività.

Le illustrazioni te le invidio..
A me painter!!!

Baci!!

11:25 PM  
Blogger margherita said...

l'immagine è inquietante.
IL soggetto non meno.

bella trovata!

:/

10:03 AM  
Blogger iperio said...

nel 1985 la mia ragazza si innamoroò di MJ.
lo odio...


Alla primavera
-Giacomo Leopardi

Perché i celesti danni
Ristori il sole, e perché l'aure inferme
Zefiro avvivi, onde fugata e sparta
Delle nubi la grave ombra s'avvalla;
Credano il petto inerme
Gli augelli al vento, e la diurna luce
Novo d'amor desio, nova speranza
Ne' penetrati boschi e fra le sciolte
Pruine induca alle commosse belve;
Forse alle stanche e nel dolor sepolte
Umane menti riede
La bella età, cui la sciagura e l'atra
Face del ver consunse
Innanzi tempo? Ottenebrati e spenti
Di febo i raggi al misero non sono
In sempiterno? ed anco,
Primavera odorata, inspiri e tenti
Questo gelido cor, questo ch'amara
Nel fior degli anni suoi vecchiezza impara?
Vivi tu, vivi, o santa
Natura? vivi e il dissueto orecchio
Della materna voce il suono accoglie?
Già di candide ninfe i rivi albergo,
Placido albergo e specchio
Furo i liquidi fonti. Arcane danze
D'immortal piede i ruinosi gioghi
Scossero e l'ardue selve (oggi romito
Nido de' venti): e il pastorel ch'all'ombre
Meridiane incerte ed al fiorito
Margo adducea de' fiumi
Le sitibonde agnelle, arguto carme
Sonar d'agresti Pani
Udì lungo le ripe; e tremar l'onda
Vide, e stupì, che non palese al guardo
La faretrata Diva
Scendea ne' caldi flutti, e dall'immonda
Polve tergea della sanguigna caccia
Il niveo lato e le verginee braccia.
Vissero i fiori e l'erbe,
Vissero i boschi un dì. Conscie le molli
Aure, le nubi e la titania lampa
Fur dell'umana gente, allor che ignuda
Te per le piagge e i colli,
Ciprigna luce, alla deserta notte
Con gli occhi intenti il viator seguendo,
Te compagna alla via, te de' mortali
Pensosa immaginò. Che se gl'impuri
Cittadini consorzi e le fatali
Ire fuggendo e l'onte,
Gl'ispidi tronchi al petto altri nell'ime
Selve remoto accolse,
Viva fiamma agitar l'esangui vene,
Spirar le foglie, e palpitar segreta
Nel doloroso amplesso

12:10 PM  
Blogger gipsyqueen said...

Sono tornata, come vedi. Ma per me Michael è morto avvelenato da tutta quella roba che prendeva per sbiancarsi e ora al suo posto c'è un cartone della Pixar prodotto al computer (ma tra i tuoi commenti c'è di tutto...persino una poesia intera di Leopardi nel post su Jackson...quel che si dice "una commistione di generi", "una fusion"!

6:01 PM  
Blogger hobbs said...

...sapete, Michael Jackson non è inquietante, è semplicemente malato in un modo che non mi impetosisce più. perchè mortifica creature che non possono scegliere, che non capiscono, per questo affondo, per questo non provo pena per lui. Potremmo aprire un dibattito sul peso del successo, su cosa può fare alle persone, sull'essere vittima delllo stesso sistema che ti permette di esistere, ma corrompere le famiglie delle creature che hai molestato (e sorvoliamo sul termine famiglia, almeno per ora...)permetterti dei processi circensi, negare la tua stessa identità il colore della tua pelle, no, non mi fa pena mi fa paura. Per questo io, rido di lui.

11:08 AM  
Anonymous noce said...

leggo. non riesco a trovare nulla da dire. scusa hobbs ma non ho voglia di mettermi nella discussione. è tutto lì, che sembra evidente. eppure ho come l'impressione che ci sia anche tanto di più sotto le braci infuocate della faccenda. e più di quell'essere che non trova pace ma soldi, non posso non guardare con sospetto tutta la parata mediatica che lo circonda e pensare che agli statunitensi storicamente è sempre piaciuta la caccia alle streghe...
va beh, non volevo dire e ho detto.. :) pardon...
ciao hobbs
noce

5:00 PM  
Blogger hobbs said...

@noce : ma no, nessuna discussione
ho solo aggiunto una piccola nota a margine....

5:40 PM  
Blogger mn said...

ecco le questioni etiche di cui accennavo...
chi mi conosce sa del mio manicheismo (o bianco o nero - bianconero direbbe Pippo); ma con M.J. proprio non ce la faccio.
provo pena per le mucche che portano al macello, provo pena per i cagnetti abbandonati sull'autostrada, e provo pena anche per lui. anche se mi disgusta e mi inorridisce la possibilità che qualcuno molesti dei bambini (ma anche dei grandi) la fame di "mostro" degli americani mi fa ancora più schifo...la fame di attenzione sulle spalle di adolescenti e bambini da parte di "genitori" alla ricerca di soldi facili e di notorietà mi rivolta lo stomaco...
e poi quanto ci piace vedere chi era alle stelle rotolare nel fango! siamo cattivi quanto lui?

5:50 PM  
Blogger hobbs said...

@mn : Che dire, lo sai questa è la mia arma, il mio modo di vedere le cose. Su M.J. mi sono già espresso. No, non amo veder nessuno nella polvere, non sono invidioso per natura. molto lo ho amato come artista, molto di più mi delude come essere umano.

5:58 PM  
Anonymous solaikah said...

Hobbsino io l'avevo letto qualche giorno fa, quando la stoica ermy mi disse: "l'hai letto maicol???"...e allora mi precipitai amorevolmente a leggere (eccezionale)...Mi domando come siano quelli del KuKluxKlan mossi a compassione...beso latitan-Sol

1:48 PM  
Blogger iperio said...

ciao hobbs e grazie dei complimenti...

"Bisogna prendere speciali precauzioni contro la malattia dello scrivere, perchè è un male pericoloso e contagioso."
Pietro Abelardo, 1079-1142

6:28 PM  
Blogger Emy said...

...E io che con Hobbs devo conviverci???

10:45 PM  
Blogger mn said...

VISTO CHE FINO A MARTEDI' PROSSIMO NON AVRO' OCCASIONE DI SCRIVERTI, VOLEVO AUGURARE A TE, A EMY E A TUTTI QUANTI LE PIU' RILASSANTI VACANZE DI PASQUA IMMAGINABILI...

1:49 PM  
Anonymous gianniegianni said...

Cosa, cosa!?!?!?
Che è 'sta storia che Emy "ci deve convivere" cone te? Guarda, credimi, io vengo lì e vi ammazzo A tutti e tre: M., Emy e te. Sempre in conformità al sangue freddo che mi contraddistingue.
GRRRR....

1:45 PM  
Blogger gipsyqueen said...

...auguri!!!
(ma come, sul blog anche il giorno di Pasqua?)
(senti chi parla)

7:29 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home