mercoledì, gennaio 13, 2016

[il resto, mancia]


















Dovrei spiegartelo, cos'è la distanza per me. Ma dovresti sapere cosa sono le ultime bracciate prima di una boa, quando l'aria sembra finita, per esempio. O cos'è quello spazio bianco dove non ti succede niente, nulla ti ferisce, e tutto ancora potrebbe accadere. Dovresti sapere che quello che sono in grado di accettare è tutto ciò che non è stato. Quello che mi è insopportabile invece è cosa rimane di noi, come le mance lasciate ai tavoli dei caffè. Il resto è ruggine sai, un cigolio sommesso, gli spiccioli del pomeriggio come cicale nelle tasche a ricordarti che il giorno, ha detto tutto quello che poteva.

5 Comments:

Blogger amanda said...

lanci la moneta nel pozo e non senti mai il rumore del fondo

7:27 PM  
Blogger amanda said...

magari il pozzo :D

7:27 PM  
Blogger L'omino con la chitarra said...

...bello...

12:35 PM  
Blogger Hobbs said...

Amanda: quanto è vero...

3:54 PM  
Blogger Hobbs said...

Omino: Grazie, benvenuto.

3:54 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home