giovedì, marzo 16, 2006

pasto crudo

Posted by Picasa

Gustave Courbet "L'origine du monde"

Non mi importa niente del tuo clitoride oggi, ho altre cose per la testa e tra le gambe.”

Riemergo nel sonno da placenta ricordandomi che non dovrei essere qui. Lei sogna su un fianco, a piccoli scatti succhiandosi il pollice. Non ti amo. Ma ha un buonissimo odore e poi, la notte regala profili buoni e le lampade a muro sono ingannevoli come i teatranti. Ecco, stanotte ti ho amata dal loggione e ora non ti riconosco. T’ho amata anche di profilo una volta, piegavi un maglione e raccontavi qualcosa con una voce da grammofono. Un'altra volta invece guardavi verso gli aranci. Stare da soli in due, seduti sulle gambe o rifugiati in un abbraccio per non guardarsi in faccia. Non ti amo. Il pasto crudo è in piedi e nell'odore, nei graffi sui fianchi e sulla bocca di saliva sfatta dalla voglia, con la sete a sorsi, mi tiene ferma la testa e parla al contrario. Non dovrei essere qui, a rubarti l’acqua dalla bocca e il respiro alle spalle. Adesso cambia fianco e il sogno diventa mancino. Prometto, io non ti amo.

24 Comments:

Blogger alpan said...

molto bella....
mi hai fatto ripercorrere alcuni momenti di passaggio....e di pasto crudo soprattutto....
ti abbraccio...

11:24 PM  
Anonymous freesia said...

"Stare da soli in due, seduti sulle gambe o rifugiati in un abbraccio per non guardarsi in faccia. Non ti amo"

Tu lo sai, questo mi sconvolge di te... sei dolce, e al tempo stesso sai divertire. con passione. e anche molto complicato delle volte... ma che bello...

(non si è obbligati a commentare, no, ma queste cose non possono rimanere senza commento) baci, e un abbraccio, stretto stretto

1:16 AM  
Anonymous Anonimo said...

C'e' quell'abisso tra due modi di vivere uno stesso atto. Saziare la fame di un corpo. A occhi chiusi, per non pensare, per non guardare, per poter immaginare altro, e divorare, tristemente, carnalmente. O colmare buchi piu' profondi, con una unione che puo' essere fusione completa. E allora gli occhi sono spalancati e fissi in altri occhi.
Mi colpisce molto, questo tuo pasto crudo.
Charm

9:22 AM  
Anonymous Anonimo said...

ho fatto il commento invisibile?
charm

9:40 AM  
Anonymous Anonimo said...

ahahaha il tuo blog non vede piu' i miei commenti! Chissa' perche'.... magari..Ok. NO COMMENT.
Charm

9:41 AM  
Anonymous flounder said...

grazie, hobbes. è molto toccante.
io ancora non so cosa sia peggio: se essere resi schiavi dall'amore o dall'altrui disamore.
(ho catene e legacci in abbondanza, di ogni genere e tipo. se ti occorrono non esitare a chiedere. te li presto)

10:07 AM  
Blogger hobbs said...

@alpan:…in effetti potrebbe averla scritta un tuo alter ego….

@freesia:…il commento in effetti non è un obbligo (e non è il tuo caso ovviamente :))
Altrimenti diventa una schiavitù. E’ pur vero che quando si manifestano certi meccanismi “affettivi” a volte ci si sente quasi in dovere di farlo sempre, almeno quanto ci si dispiace nel non leggere quello che si aspetta con ansia (e non negatelo perché è così…) ma poi resta il fatto che davanti a certi post, ad argomenti che ci toccano e ci spiazzano, piuttosto che il mero” passaggio di saluto” magari, anche solo per non svilire il valore del post, si preferisce tacere. E’ una scelta sacrosanta e va rispettata…:)

@charm:…si, è proprio questa doppia natura che mi affascinava, questo lanciare una moneta in aria senza sapere quale faccia ci regalerà. Ma la zona d’ombra, quello spazio fatto di carnale ambiguità mi incuriosisce a morte. Un rapporto è un rapporto comunque e sotto qualunque forma si manifesti. Anche un “semplice” atto sessuale può esserlo a suo modo. Proprio perché come dici tu nasce da un bisogno, una richiesta di comunica zione (il sesso lo è…) un colmare un vuoto, l’attesa di una risposta ad una domanda, un grido, seguire un odore, ognuno di questi aspetti comunque ci pin ein relazione con “l’altro”, questo “è” un rapporto…

@flounder:…due facce appunto, molto affascinanti (sconsiglio dii viverle in ognuno dei due ruoli. può essere devastante…) e nei rapporti spesso c’è un continuo rapporto di forza tra questi due aspetti, senza equilibrio o almeno il tentativo di cercarlo, diventa una malattia.

Mi piace saperti con qualche legaccio , mi tirendono più terrena e a portata di mano, come sai nel mio personalissimo universo per vederti devo alzare lo sguardo. Non ti mbarazzare però. Grazie a te…

12:22 PM  
Anonymous Pralina said...

In aprile (un martedì pomeriggio verso le 17.30) mi piacerebbe intervistarti per Novaradio, fammi sapere la tua disponibilità.

:))) vieni a trovarmi ogni tanto, baciotti

1:40 PM  
Blogger hobbs said...

@pralinamarx:...sono disponibilissimo ed ho una meravigliosa voce impostata..:)

2:02 PM  
Blogger andromaca76 said...

per me la ama... eccome se la ama, però che paura che ci fa l'amore... poveri noi mortali :)
baci

2:44 PM  
Anonymous Briciolanellatte said...

Si dice sempre così...

5:23 PM  
Anonymous Anonimo said...

Amarsi e non riconoscersi,
abbracciarsi senza guardarsi....la mente non risponde,l'anima forse è altrove mentre ci si nutre di un crudo pasto
....cercando emozioni!

un bacione
pensierovagante

11:34 PM  
Anonymous Anonimo said...

chissà quanta gente si ama x davvero, e quanta invece lo crede solamente o peggio ancora non ricorda più comè innamorarsi.
Brr
Un bacio
Asia
ps. L'immagine non mi è mai piaciuta...troppi peli!! :))

12:55 PM  
Blogger andromaca76 said...

Vieni a leggermi... e a confessare i tuoi peccati
:)))) CATENEEEEEEEEE IN AZIONE :D

2:39 PM  
Anonymous Cinnamomumverum said...

Leggo, guardo.....ti saluto! La mia "vena" di commentatrice si è spenta da un po'.
Bacioni, Vera

8:40 PM  
Blogger hobbs said...

@andromaca:...è il dolore che ci fa paura e che dell'amore spesso può essere figlio, ma nessuno resiste veramente in fondo :)...

la catena la faccio, ma solo perchè sei tu :)....

@briciolanellatte:...benvenuto, si, per qualcuno sembra essere un vezzo...

@pensiero:..ce lo apriamo stò account? :)...

@vera:...qui sei a casa, lo sai no? :)...

2:46 PM  
Anonymous Pralina said...

E' uno dei miei quadri preferiti. Beati i tempi in cui non c'erano ancora i saponi depilatori...

:)))

10:40 PM  
Blogger hobbs said...

@pralina:...quanto hai ragione, non so se sarebbe più utile una ipnotizzazione totale delle donne o l'eliminazione sistematica di tutti gli stilisti di moda...

11:32 AM  
Anonymous Nunziogiordano said...

Dio è grande...Courbet pure

6:25 PM  
Blogger hobbs said...

@nunziogiordano:...sopratutto courbet :)...

11:12 AM  
Anonymous strepitio said...

leggere questo, a una strana ora di strano pomeriggio, sottilinea solo l'ampiezza del mio desiderio di non vuoto in una casa non vuota, ma nemmeno così importante da pensare mentro le dormo accanto.

3:03 PM  
Blogger hobbs said...

@strepitio:...mi domando se un non vuoto sia un pieno. Ma non credo. adoro i tuoi commenti, comunque.

12:07 PM  
Anonymous Anonimo said...

Non so come sono finita qua, ma non posso non lasciare un commento.Adoro quel quadro, il suo titolo più di ogni cosa.
Le tua parola, caspita, così leggere e fluttuanti nella penombra di una stanza.Non so nulla di ciò a cui probabilmente ti riferivi ma sono belle proprio per questo.Complimenti anche per il tuo lavoro, veramente notevole.
Bè, per oggi hai già avuto abbastanza complimenti!ripasserò,
cristina

4:22 PM  
Blogger hobbs said...

@cristina:...benvenuta :) grazie del commento così ricco e si, forse nel tittolo c'è quella parte che lo completa quasi ne facesse parte come un ultima pennellata...

torna a trovarmi :)

4:27 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home