giovedì, giugno 13, 2013

[foto 22 / giornaletti zozzi]














In quegli anni alla radio davano solo "pazza Idea" di Patty Pravo, che tutti noi chiamavamo Patty Bravo, ma non era di questo che volevo parlarvi. Dunque, Caballero costava cinquemila lire, meno de Le Ore, ma soprattutto era più piccolo e lo potevi nascondere meglio. Che i giornaletti zozzi li dovevi nascondere, mica potevi far sapere a casa che eri un piccolo uomo devastato dalle erezioni e potenziale pervertito, no. Quindi, li ficcavi ovunque: sotto il letto, dietro l'armadio, in fondo a un cassetto. Una volta uno lo misi dentro l'album delle foto del matrimonio dei mei. Un pomeriggio la signora Nardini, sfogliava e diceva a mia madre "che bella coppia che siete..." poi, dopo una foto in cui mio padre e mia madre bevono incrociando i calici, appare un tizio di colore con tre gambe vestito da poliziotto, e  la signora Nardini rantola e va giù gambe all'aria con le zollette e tutto il resto. Comunque noi facevamo la colletta, e Gigio, che portava il cappotto anche d'estate, andava all'edicola di via Guberti, chiedeva L'almanacco di paperino per rompere il ghiaccio e poi strozzandosi, sussurrava all'edicolante  "Caballero..." che glielo dava senza manco guardarlo. I giornaletti zozzi facevano il giro, come le canne, e a Gigio toccavano sempre per ultimo, non vi dico in quali condizioni. Poi una mattina d'agosto, entrando in edicola, Gigio si trova davanti la Signora Franca e scopre che Il marito è crepato mangiando una parmigiana di melanzane sotto il sole di Ladispoli, e tutto cambia inesorabilmente. Primo perché la signora Franca era una donna, secondo perché era bona e terzo perché faceva l'orlo e i rammendi ai vestiti di mezza Centocelle, compresi quelli di Gigio. "Gigio!" squilla la Franca "Che fai con quel cappotto addosso?" Gigio lo sfila, e fa "Per le toppe ai gomiti..." e glielo porge, poi, non sapendo che cazzo dire, compra l'almanacco di Paperino. La signora franca allora dice "Non siamo grandicelli per queste cose...?" Ecco, è fatta. Gigio compra Paperino per l'ultima volta e diventa grande tutto insieme. Perché non diventi adulto la prima volta che ti viene duro, dai un bacio, ti spuntano i baffi, vai a letto con quella del piano di sotto o meglio ancora con tua cugina, no. Diventi grande la prima volta che ti senti ridicolo. E non te la scordi più, mai più. Comunque io adoro Pazza idea di Patty Bravo, per dire.

6 Comments:

Blogger amanda said...

deliziosi piccoli uomini crscono :)

4:31 PM  
Anonymous Anonimo said...

...quello che ci ha fatto sentire ridicoli un giorno ci fara' sicuramente sorridere. In fondo, credo, si diventa grandi anche ridendo - e sorridendo- di se' stessi.

12:07 PM  
Anonymous aitan said...

Comunque io adoro questi racconti che scivolano via come una scena della nostra stessa vita, per dire.

8:25 PM  
Blogger hobbs said...

amanda, deliziosi non so, sicuramente piccoli...

5:43 PM  
Blogger hobbs said...

anonima: sarebbe meglio, si.

5:43 PM  
Blogger hobbs said...

aitan, e io commenti come questo, per dire. :)

5:44 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home