sabato, gennaio 12, 2013

[.]



























Immagine di Jack Vettriano

Te lo direi adesso con la voce che sai, sostenendo uno sguardo lungo come un giorno stanco, scivolati appena in un affanno bianco. E c'è troppa luce, e la tua nuca è un inganno così ben riuscito da non dirtelo adesso, e aspetto. Se solo volessi, tu, con una benedizione sotto la lingua, prego, ma non c'è redenzione o perdono nelle mie ginocchia, è solo quello che succede a chi fa numeri d'arte varia senza vergogna. E tu lo sai, così condannata alla bellezza e alla paura, che puoi decidere, se vuoi. Te lo dico adesso con la voce che sai. Resta.

10 Comments:

Blogger amanda said...

è l'ultimo numero d'ate varia senza vergogna che fa traboccare il vaso, prima una resta ad osservare le evoluzioni tra lo stupore e l'inquietudine, prima.

7:54 AM  
Anonymous aitan said...

Se se ne va, dopo queste parole, è meglio perderla che trovarla.

11:19 PM  
Blogger hobbs said...

Amanda: non so cosa ti è arrivato di questo pezzo, ma va bene anche così. A volte ci si rende ridicoli senza volerlo, o più semplicemente è così che ci appare l'altro, quando smettiamo di guardarlo e cominciamo ad osservarlo.

11:15 AM  
Blogger hobbs said...

aitan:Amico mio, se l'amore fosse una questione di "merito" tre quarti di questo mondo non starebbe con delle emerite teste di cazzo soffrendo come cani. Appartenenza ed affinità, sono leggende metropolitane, vezzi poetici. Una volta si diceva affinità elettive. Roba da gobbe e calamai. Il mondo delle relazioni umane è governato da altre regole che non comprendiamo affatto. E forse, è meglio così. Il resto sono convenzioni, come il tempo, i generi sessuali, o le religioni. servono per non impazzire, ed illudersi di far parte di qualcosa.

11:19 AM  
Blogger amanda said...

Hobbs il pezzo è bellissimo a volte si appiccicano le cose lette ad attimi vissuti

2:23 PM  
Blogger hobbs said...

amanda: si è vero, ed è giusto così. perché leggere altrimenti? Un abbraccio.

2:54 PM  
Anonymous e.l.e.n.a. said...

concordo su quanto hai risposto ad aitan: tante volte ci si pensa così uguali e ci si riscopre poi così diversi.

per il resto che dire?
a una dichiarazione d'amore così non avrei scampo.

2:06 AM  
Blogger Mrs Quentin Tarantella said...

Come dice e.l.e.n.a. ci sono dichiarazioni d'amore che non ti lasciano scampo...
ad avercene... :-)

5:12 PM  
Blogger hobbs said...

Elena, è che gli amori non si "scelgono" purtroppo. succede il contrario, l'amore sceglie noi, il più delle volte a cazzo...

1:05 PM  
Blogger hobbs said...

Quentin: Macchè, è che la dichiarazione del vicino è sempre più verde...

1:06 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home