martedì, febbraio 13, 2007

prestazione straordinaria


Jan Saudek

Il fatto è, che è la prima volta. Io non l'ho mai fatto. Mai con qualcuno che ha le ciglia finte comunque, ne in una stanza rosa. Non lo so che faccia hai dietro quella bocca rossa, sotto quella polvere da farfalla. Tu, potresti essere chiunque, potrei immaginare questo, sei chiunque, un ricordo, un ricordo con un boa rosso intorno al collo segnato, il respiro di tabacco e le ombre scure dei capezzoli dietro una seta da teatro. Ecco, sei un ricordo con le unghie di lacca e una voce di saliva. Io sto ancora in piedi, in una luce da primo atto, con il cappotto tra le braccia a guardare il letto. Il letto degli altri, quelli, prima di me, quelli dopo, avrai il loro respiro, il loro sapore. Con quanti nomi ti hanno chiamato, a quante hai rubato la voce, mimato i gesti. Mi togli il cappotto, e mi chiedi con una voce in prestito, mentre conti i soldi “cosa ti piace?”. Ti fermo le mani sui bottoni “non ti pago per scopare, ne per fingere di venire, per quello, basta mia moglie”allora, perché ?”. E' la prima volta, non l'ho mai fatto, mai con qualcuno che tenesse la luce accesa e un cazzo di gomma sul comodino. Non l'ho mai fatto con un ricordo. “Ti pago per fingere di amarmi”.

26 Comments:

Anonymous freesia said...

ti riempirei di baci.
bello come non mai, fa quasi male.

1:48 PM  
Anonymous Sgnapis said...

Come dice la mia amica di cuore Alda Merini: "Non curiosate tra le lenzuola dei poeti". Buona giornata:)

2:29 PM  
Anonymous fotoreportress said...

Questo qui non è solo bello, è toccante.

2:51 PM  
Anonymous flounder said...

è un abisso.

10:07 PM  
Blogger daniela said...

Che bello. Questo è così bello che la bellezza si vergognerebbe di sè.

10:23 PM  
Anonymous Anonimo said...

leggerti: una torta che mangio golosamente d'un fiato
oggi mi lascia l'amaro in bocca
la foto in bianco e nero è la ciliegina
scusa i paragoni poco azzeccati insonnia brutta bestia

free

4:57 AM  
Anonymous dessd said...

ma buon san valentino...si lo so nn sono credibile...bhe buon san faustino per domani...questo mi è sempre risultato migliore!

9:03 AM  
Blogger hobbs said...

freesia: immedesimarsi in effetti, ha le sue controindicazioni. dovremmo essere meno partecipi forse?

svirgola: secondo me i poeti, dormono come sassi.

fotoreportress: grazie, per tutte e due le cose.

daniela: credo che la bellezza sia ovunque, forse occorre un occhio diverso, ma non so se sia tra queste righe.

free: non ne soffro per mia fortuna, quando mi metto a letto ho, uno, due minuti di autonomia al massimo, poi piombo in un sonno beato. Ma almeno ci regaliamo qualcosa da leggere, ed è gia qualcosa :)...

dessd: buondì, la mia dimestichezza con calendari e ricorrenze è scarsina, ma, cosa diavolo è san faustino?

10:44 AM  
Blogger hobbs said...

flounder: e io continuo a girarci intorno, in cerchi sempre più stretti.

10:45 AM  
Anonymous Anonimo said...

http://comearancerosse.splinder.com/archive/2004-06?from=8

guarda, bocchst, io le postai entrambe. :-)
lo scritto è magnifico.

1:25 PM  
Blogger hobbs said...

grace: dovevo solo aspettare il momento adatto per utilizzarle, meravigliose in effetti.

p.s.
grazie.

1:54 PM  
Blogger alpan said...

bello....
con il tuo marchio impresso...
un abbraccio

2:19 PM  
Blogger hobbs said...

alpan: ecco, era ora che apponessi tua firmetta in codesto loco...

3:01 PM  
Anonymous Anonimo said...

E tu ci riusciresti? A far finta di amare qualcuno, a pagamento.
Un abbraccio, caro Hobbs.
Charm

3:15 PM  
Blogger hobbs said...

charm: si crede a quello cui si vuol credere.

baci.

3:22 PM  
Anonymous dessd said...

san faustino è il protettore dei single!

10:43 AM  
Blogger hobbs said...

dessd: :) ma io non voglio essere protetto...

10:57 AM  
Blogger Asia said...

Bello...

Asia

7:51 PM  
Blogger hobbs said...

asia: grazie (coi puntini)

9:44 PM  
Anonymous sgnapis said...

Quando non sono svegli. Che altrimenti...

3:30 PM  
Blogger Evdea said...

Ti pago per fingere di amarmi...

O fingo di amarti affinche tu appaghi il mio desiderio di ricevere amore,
la mia moneta son parole rubate al sole caldo di agosto che matura uva avara d'acqua sulle colline toscane,
ma paga di parole come carte messe a castello pronte a cadere al primo vento di settembre,
io pago affinche' il tuo desiderio e la tua volonta' pieghino tempo e noia
pago mententendo ad un cuore fermo, affinche' simulando battito,
ritornino a me echi d'emozione.
Io pago affinchè tu finga di amarmi,
fusione di vita e teatro,
affinche' cio' che immagino scena si confonda per pochi attimi con una realta' che nego.

;-)
E' partita accussì ogni riferimento a fatti e cose è puramente casuale lo sai che quando mi partono le parole non riesco a fermarle mai...
ah.. dimenticavo giusto per non prendersi sul serio mi devi mille euro e una palla spara fulmini!

4:06 PM  
Blogger hobbs said...

svirgola: ma no, tutta scena...

evdea: un post nel post, bello.

p.s.

la palla spara fulmini me la ricordo, ma i 1000 € da dove saltano fuori?

4:47 PM  
Blogger Evdea said...

scusa ti pago per fingere di amarmi... ho fatto un preventivo... ;-)

3:19 PM  
Blogger hobbs said...

esosa...

3:20 PM  
Anonymous Serena said...

"Ed io ti amo fingendo che no".

Serena

7:42 PM  
Blogger hobbs said...

serena: questo almeno è gratis...

benvenuta.

12:45 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home