martedì, ottobre 18, 2005

alice

http://citarsiaddossso.blogspot.com Posted by Picasa

Arthur Rackam

C’era una volta e forse c’è ancora un paese lontano lontano dove la gente attraversa sulle strisce e, cosa più importante, nessuno li investe. Un posto dove il cuore lo tieni in tasca nel caso serva a un guardiacaccia o a qualcuno che ami. Un posto dove i lupi non sono nel bosco e perdono il vizio e le nonne sono a portata di mano ci sentono benissimo e ti avvelenano con le crostate al mirtillo. Un posto dove raccontare fregnacce non vi farà crescere il naso ,semmai un ego smisurato. Un posto dove il senso di colpa non somiglia ad un grillo e l’amore non ha i capelli blu, dove crescere non è un dovere e sognare una colpa. Un posto dove non si dorme sui piselli, giacchè dal momento che se ne trova uno forse vi conviene star sveglie. “Alice dai retta a me, mangialo alla cacciattora il coniglio bianco” disse l’uomo con gli occhiali mentre distrattamente gli mostrava la penna d’oca sotto le braghe sporche e poi ricordatelo sempre, un gatto con le scarpe correttive vale molto di più di uno con gli stivali, cammina dritto e costano il doppio, lisciati pure i baffi. C’è un posto, lo so, dove le balene mangiano solo il plancton e per rivedere vostro padre basta bussare alla porta, ritrovare la strada è un gioco, seguire le molliche o leggere tuttocittà. Scuro burattinaio dai fili di barba, gemelli senza gabbia , clonati in casa come si faceva una volta, ma rammenta, oltre lo specchio c’è il muro e forse una crepa, l’incesto da un buco scioglie la pancia se poi il re è vostro padre il gioco è fatto, almeno saprete a chi chiedere i soldi dell’analista. Nota spese papà. Ah! Che posto ho trovato, dove la legge è di piombo. Bei soldatini che sparate alla schiena, gendarmi, armigeri e nocchieri che tanto finchè mento son di legno, o almeno ciuco e raglio al mio giudice scimmia. Nel bosco vestito di rosso ho impiccato la volpe, mentre il gatto guardava. Scalcia pure tesoro dalla lingua blu, che nessuno vede e posso sempre riscriverti il finale. Io non ho coscienza, morirò ingoiando una molla, rimbalzerò nella vita e ti troverò cane da riporto. Riportami allora, non tergiversare Melampo, non abbaiare. Ma che posto che sei, dove il finale è sempre lo stesso, baciala tu! che dorme da un secolo. E se poi non l’amo? Ah, se avessi un fagiolo o almeno le tue trecce da scalare per vivere felici e contenti, ma le sciogli? Andremo in viaggio sul mio tappeto buono pieno di peli, briciole e uvette perdute. La strada la sai, terza stella a sinistra, porteremo un uncino e una mela avvelenata. E vissero per sempre felici e contenti.

31 Comments:

Anonymous tinapika said...

"E se poi non l'amo?" chiese all'analista...

2:50 PM  
Anonymous Anonimo said...

...Apperò!...
Emy

6:06 PM  
Anonymous tinapika said...

Buongiorno Pusillanime :)
Non vedo l'ora di piazzare le stelline !

11:43 AM  
Blogger hobbs said...

@emy:...ebbè ebbè!!:) ogni tanto ti affacci eh?

@tinapika:...sono tantissime, fanno tanta luce e scendono giù dal lucernaio-lucernaio (?)...

P.S. l'ami, l'ami rispose l'analista :)

11:58 AM  
Anonymous Quoyle said...

Un bravo analista, dammi l'indirizzo che puo' sempre servire.

4:41 PM  
Anonymous freesia said...

:( e dove son finiti i sette nani? li hanno rubati dal giardino?

5:54 PM  
Blogger alpan said...

davvero bello viaggiare tra i tuoi equilibrismi-a me particolarmente cari- tra parole e fiabe....tra passato e presente tra sogni e realtà.... complimenti signor hobbs...;)

11:55 PM  
Blogger hobbs said...

@quoyle:..prendi nota Sigmund Freud 0345-772345689 (chiamare ore pasti) o citofonare Comp.Edipico S.P.A. :).....

@freesia:...una volta che non li metto! :) (ho stimato che nei miei post precedenti la parola nano appare in 23.567 casi...:))

@alpan:..a forza di stare in equilibrio finisce che non saremo più in grado di camminare per terra...:) sei sempre nel mio cuore anche se hai orari da minatore belga. Ti voglio bene.

11:21 AM  
Anonymous emmedimarina said...

hobbs, tu mi cogli sempre al volo! :)

M.
(adesso leggo anche il post!)

1:17 PM  
Anonymous emmedimarina said...

è bellissimo!
voglio anch'io morire ingoiando una molla!
che poi, è così, la vita.
salti e rimbalzi nei posti dello spazio e vivi e sogni ogni giorno diversamente!
(senza sentirsi colpevoli)

M.

1:24 PM  
Anonymous Anonimo said...

... che si sappia!!! :)

"Come geloso, io soffro quattro volte: perché sono geloso, perché mi rimprovero di esserlo, perché temo che la mia gelosia finisca col ferire l'altro, perché mi lascio soggiogare da una banalità: soffro di essere escluso, di essere aggressivo, di essere pazzo e di essere come tutti gli altri".

Barthes, Roland - Frammenti di un discorso amoroso: Convivenza, 3

2:39 PM  
Blogger hobbs said...

@emmedimarina:..grssie :), visto che tempismo?...

@anonimo-barthes: ...grazie per la bella citazione, ma chi sei? quì trà nik posticci, anonimati veri o presunti e mimetismi dell'etere, spesso mi sento un massone col cappuccio :)...
palesati orsù!! :)
ma ora che ci penso no, lo so chi sei....

2:48 PM  
Blogger gipsyqueen said...

...ma che farà lo Stregatto quando incontrerà tutti i topi del pifferaio di Hamelin?

7:43 PM  
Anonymous tinapika said...

E' che Alice, con quel vestitino, quelle calzette bianche e le scarpette lucide me sta un po' antipatica...

11:30 AM  
Blogger hobbs said...

@gipsy:...gli conviene fischiettare, sono troppi :)...

@tinapika :...hai ragione, non è simpatica nemmeno a me, ma per altri motivi, però l'illustrazione è meravigliosa e poi l'accenno alla pedofilia di Lewis Carrol (che nessuno ha colto...) era perfetto, e poi e poi e poi..per il post era perfetta così :)....

12:14 PM  
Anonymous tinapika said...

Si... è la solita rappresentazione dell'innocenza che mi lascia un po' perplessa...

1:06 PM  
Anonymous la zia skritch said...

ringrazia per la proposta di armistizio con i topi del pifferaio... si sono tarsferiti. si spera. anche se non si può certo dire che la zia ora si senta tranquilla...

c'è sempre quella strana curva dei sogni dove ogni tanto piove... deve ancora capire il perchè... e non se ne fa una ragione...

bel post hobbs. e scusa il ritardo ;)

1:25 PM  
Blogger hobbs said...

@tinapika:...vero, ma intorno al mondo dei bambini c'è molta confusione e un mare di luoghi comuni, me ne accorgo sopratutto quando propongo dei disegni per libri di fiabe e spesso mi sento dire "non sono adatti" o "i bambini vogliono..." e giù carrettate di luoghi comuni e banalità a pioggia, come se ci si fosse dimenticati di cosa ci piaceva legegere e guardare. noi dimentichiamo cosa siamo stati, buffo...
sull'innocenza poi ho una mia personalissima teoria (ma neanche tanto :)) i bambini non lo sono affatto, ma di questo magari parliamo in un altro momento...

1:27 PM  
Blogger hobbs said...

@ziaskritch:...continua a cercare per carità, farsene una ragione ti lascerebbe il dubbio, la curva dei sogni mi piace tanto, davvero tanto...

P.S.
tu scrivi quando vuoi e non scusarti mai, non ce n'è bisogno lo sai :)...

1:30 PM  
Anonymous la zia skritch said...

ringrazia e si rasserena della tarda presenza.

vorrebbe sapere quali libri di fiabe il buon hobbs ha già illustrato.
che gliene compra una bella carrettata! lei e la gnoma adorano i disegni, più che i racconti.

2:20 PM  
Blogger hobbs said...

@ziaskritch:...come purtroppo spesso mi accade, le cose migliori sono quelle che non mi hanno pubblicato :)... ne ho disegnati tanti comunque e la prossima volta che ci vediamo te ne regalo qualcuno...:)

2:48 PM  
Blogger gipsyqueen said...

"...i bambini tanto innocenti non lo sono affatto..." GRANDE! Ti consiglio di leggere (se non lo hai già fatto) "Il Signore delle Mosche" di William Golding.

2:58 PM  
Anonymous la zia skritch said...

ma che regalo e regalooo!!!!!!!!!!
:-O sei matto!?!?!?!?

2:59 PM  
Blogger hobbs said...

@gipsyqueen:...eccome no! bellissimo, ma la mia memoria, più lunga o longeva degli editori con cui devo lavorare di solito, mi riporta alla memoria dispetti atroci, torture agli animali e piccole violenze psicologiche che ancora oggi da adulto mi lasciano senza parole e se è vero che sicuramente anche in queste manifestazioni c'è la crescita e lo sviluppo di psicologie ancora acerbe e da formare è vero anche che quasi sempre l'immagine dei bambini che dei media ci ritorna al mittente è assolutamente artefatta ed (in) consapevolmente incompleta e ben difficilmente va oltre il calzino calato e la bocca spalancata dallo stupore per l'asino che vola. Stereotipi, tanto per cambiare....

3:06 PM  
Blogger hobbs said...

@skritch:..ma se non faccio un regalo a mia zia a chi lo devo fare!!?? :)

3:07 PM  
Anonymous iomoinocesevuoi said...

"dove l'amore non ha i capelli blu"...
ah hobbs hobbs hobbs
posso continuare se vuoi
ah hobbs hobbs hobbs
quanto mi piace leggerti
:)

4:36 PM  
Blogger hobbs said...

@iomoinocesevuoi:...continua, continua, per favore :)...

4:40 PM  
Anonymous emmedimarina said...

i bambini sono cattivissimi!
e a volte puoi anche leggerlo nei loro occhi.

M.
(tutto bene! la bufera ormonale è passata anche sto mese!:))

8:56 PM  
Blogger hobbs said...

@emmedimarina:...e puzzano anche! :)....

bufera ormonale? qui diluvia :)..ma ti basta l'ombrello :)...

10:48 AM  
Anonymous iomoinocequelladeprima said...

ah hobbs hobbs hobbs, ah hobbs hobbs hobbs ah (me sò 'ncantata) hobbs hobbs hobbs

6:52 PM  
Blogger hobbs said...

@iomoinocequelladeprima:...meno male :)...

8:23 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home