martedì, maggio 04, 2010

costantinopoli


Brad Holland

Il sortilegio, appena dietro l’orecchio, è una parola che non ho. Al tuo sbuffo di magia regalo uno sguardo da servo, come la luna incanta i matti. Del tuo corpo così diverso, e credo anche del mio, resta la tua voce vicino agli avanzi di ieri, l’incantesimo delle tue consonanti nelle mie budella. Ogni vita ha il suo trucco, ogni baro ha sei facce. Dovrei cantarti, piegato in mezzo al cotone, dello schiavo senza catene, lo stolto da fiera che batte le mani a un riflesso ingannevole, la gazza e l’anello di latta. Le mie parole a caso, sputate in un bicchiere sperando che l’eco del vetro risponda “anima salva”.

“..pane…vetro…sedia…fieno…settembre…vigliacco…

...biglie...terra…costantinopoli…”

16 Comments:

Anonymous freesia said...

ma le anime non le salvano le parole.
forse i gesti. forse dei baci regalati. forse un aquilone che ci fa capire che non ci sono catene ai nostri piedi e che possiamo volare anche noi.
*
perché lo so che non è poi così facile, ma è bello crederci.

2:29 PM  
Anonymous freesia said...

p.s. e quel disegno è qualcosa di pazzesco, il possibile nell'impossibile.

2:30 PM  
Blogger hobbs said...

freesia: le anime non le salva nessuno, ma questa è un'altra storia...:)

Il disegno lo ha fatto un genio, e si spiega tutto, direi.

3:09 PM  
Blogger SenecaFalls said...

Sono rimasta senza prender fiato fino alla fine.

3:17 PM  
Blogger hobbs said...

seneca falls: come un sorso allora...

3:24 PM  
Anonymous rita said...

E' forse nel sortilegio delle parole che mancano la salvezza dell'anima, hobbs. Come la dannazione, talvolta, è di trovarne, parole.

10:24 PM  
Blogger hobbs said...

rita: è che certe voci, sono un sortilegio. certi silenzi, una condanna.

4:17 PM  
Blogger rita said...

incatata..complimenti per la scelta

7:07 PM  
Blogger Setarossa said...

voglio guardare i due amanti nella foto cosa faranno dopo il bacio, che fine sarà di loro?
E delle tue preghiere nel bicchiere?

Tornerò a trovarti.

8:20 PM  
Anonymous blualessandro said...

"è che certe voci, sono un sortilegio. certi silenzi, una condanna."

Come hai ragione...

11:11 PM  
Blogger hobbs said...

rita: benvenuta, e grazie...

setarossa: benvenuta anche a te, le preghiere di solito cadono nel vuoto (a perdere)...

blualessandro: eh!

1:04 PM  
Blogger lamusavenale said...

notevole.

9:04 PM  
Blogger Gin Bradshaw said...

Complimentissimi (: Ho letto un po' dei tuoi post e sono davvero interessanti!

5:34 PM  
Anonymous e.l.e.n.a. said...

sortilegio, magia, incantesimo, trucco ...

non si sa la fine e non si sa l'inizio. tu sei come un anello di moebius. quando sembra di averti afferrato, tutto si tramuta in qualcosa che se è possibile - ed è possibile - ti incanta ancora più di prima.

(e mi riferisco sia a questo, sia al post sottostante)

5:20 PM  
Blogger hobbs said...

la musavenale: grazie assai...

gin bradshaw: onorato, benvenuta.

10:50 PM  
Blogger hobbs said...

elena: ma io, senza di te, come farei? (*)

10:53 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home