domenica, dicembre 20, 2009

a christmas carlo



sulla porta, con una mano sulla spalla, Il direttore Rostagno mi dice: "Da questo momento lei è un simbolo, migliaia di bambini credono in lei, sia degno di questo costume. Vada pure" poi si volta e firma la lettera di licenziamento di quattro magazzinieri polacchi senza contratto. La filodiffusione passa Dean Martin e "Jingle Bell Rock" fino alla nausea, ho voglia di abbattere tutte le renne di pelouche del reparto giocattoli, ma ho trovato lavoro ed ho un fucile di plastica. La vetrina della profumeria ha la neve fatta con l'ovatta, anche se poco oltre la porta a vetri si crepa di caldo, l'aria puzza di mele candite e sudore, la profumiera mi sorride, poi con uno spray scrive qualcosa al contrario, e vedo le poppe schiacciarsi contro il vetro. Auguri anche a te. Cazzo, mi tocca lavorare con Norberto, il mezzo uomo che lavora all'ufficio reclami, ha una calzamaglia verde e delle orecchie di gomma che gli cadono di continuo, fa lo gnomo, e scatta le polaroid. Ma ho trovato lavoro. Il lavoro me lo ha trovato Zolthan veramente, lui è al reparto salumi. Zolthan affetta tre etti di mortadella in meno di quattro secondi, tempo di rilievo europeo, ed è per questo che l'ho scelto, mi serviva uno veloce. Quindici secondi invece, sono quelli che servono a me per far vedere alla profumiera, nel retrobottega, il regalo che zio Santa ha nascosto sotto la fibbia dorata e a Zolthan per svuotargli la cassa e uscire . Verso le quattro del pomeriggio la colla comincia a sciogliersi, mi cola dietro le orecchie e sotto il mento, ma ho trovato lavoro. Mi chiamo Carlo e passo il natale in un grande magazzino sulla Laurentina, vestito di rosso e con una barba posticcia che pende di lato facendo foto con in braccio bambini sudaticci, che si puliscono il moccio sulle mie maniche di finta pelliccia, sbavando come dei cani e leggendo letterine idiote che cominciano tutte con "io vojo...". Passerò il natale così, con la pancera imbottita di banconote, sussurrando nelle loro orecchie, un attimo prima del flash, "Babbo Natale non esiste".



29 Comments:

Anonymous aitan said...

Io l'ho fatto per un paio di giorni, quel mestiere là, e ti viene veramente la voglia di sussurrarlo nelle orecchie dei bambini che "Babbo Natale non esiste", e qualche volta vorresti anche gridarlo agli adulti, porca miseria, ma poi ti tieni perché gli affari sono affari e natale è un'occasione da non perdere!

9:29 PM  
Blogger hobbs said...

aitan: io non l'ho mai fatto, ma avrei tanto voluto, tanto.

10:17 PM  
Anonymous giovanna said...

noooo.. doveva venire a trovarmi. e con le renne pure... mannaggia :(

9:50 AM  
Anonymous e.l.e.n.a. said...

zio santa o zio satan?

12:09 PM  
Blogger hobbs said...

giovanna: :)) leggi questo allora...

http://citarsiaddosso.blogspot.com/2007/12/killing-santa.html

12:17 PM  
Blogger hobbs said...

elena: e non è lo stesso?

12:17 PM  
Anonymous e.l.e.n.a. said...

'nfatti!

12:21 PM  
Blogger hobbs said...

elena: me pareva!

12:27 PM  
Anonymous Anonimo said...

bello... ma questo lo sai già*

dea

1:06 PM  
Blogger hobbs said...

dea: eh, ma se te lo dicono in un orecchio, fa tutto un altro effetto...

2:57 PM  
Anonymous amelia said...

questa cosa, in alcuni passaggi, mi ricorda il paradiso degli orchi di pennac e il signor malaussene.

però qui c'è una vena rossastra di rabbia oltre tutto.

io non direi mai ad un bambino che babbo natale non esiste. non si possono interrompere i sogni. i sogni si interrompono da soli. e si interrompono quasi sempre. senza che interveniamo noi, penso.


amelia

3:35 PM  
Blogger hobbs said...

amelia: a me lo hanno detto molto tardi, quando hanno visto che non ci arrivavo da solo(ho fatto tutto tardi io) e ho continuato a crederci imperterrito. poi quando sono morti i miei genitori in un incidente aereo sopra le coste della Bretagna, improvvisamente, hanno smesso di arrivare i regali. ero già al secondo matrimonio in verità, ma ci sono rimasto comunque molto male.

p.s.
il pennac si rivolterà nel calamaio...

ma grazie **

3:52 PM  
Anonymous Silvia said...

Ho capito: Dickens e Disney li chiamiamo a cena un'altra volta.
Buon Natale caro:)

p.s. sempre precisi come un bisturi i tuoi ritratti. Guarderò le maniche della casacca di Babbo Natale con occhi diversi d'ora in poi.

1:26 AM  
Anonymous amelia said...

hai la fortuna di essere imperterrito.
ecco.

tesoro.

12:01 PM  
Anonymous albafucens said...

delizioso racconto, sei davvero un'ottima e versatile penna.. e tra e te e "pennac" c'è solo una piccola C a differenziarvi ^ __ ^
.. però accidenti a Te come sarebbe a dire che babbo Natale non esiste, ed allora chi è che mette i regali sotto l'albero..

tanti auguri di buone feste Hobbs
un abbraccio

2:27 PM  
Blogger hobbs said...

albafucens: la "C" di conto in banca :)....

io non lo so chi ce li mette, mi addormento sempre un attimo prima.

tantissimi auguri anche a te,

baci.

11:20 AM  
Blogger hobbs said...

amelia: mi piace, imperterrito.

buon natale genietto.

11:22 AM  
Blogger Lila said...

fantastico. Cattivo q.b. per temperare l'atmosfera.

Passavo per far gli auguri per queste Feste, ed al solito mi ritrovo in complimenti.
un saluto

6:57 PM  
Blogger hobbs said...

lila: e io ti ringrazio, e me li prendo come un regalo.

buon natale..

7:19 PM  
Anonymous Anonimo said...

Devi dire a Carlo di non preoccuparsi, c'è chi gli ha fatto compagnia e ha lavorato sia di 25 che di 26... case di riposo...
Niobe

2:38 PM  
Blogger hobbs said...

niobe: è uno sporco lavoro ma...

5:05 PM  
Anonymous Silvia said...

Buon 2010 questa volta:)

11:07 PM  
Anonymous Anonimo said...

e tanti auguri....;)))

Alpan

9:41 PM  
Anonymous amelia said...

mi è venuta fuori la finestra dei commenti come una pagina di quaderno a righe.
non male.
ora torna però.

12:20 PM  
Anonymous flounder said...

a proposito di babbi natali ed ebrei, c'è un racconto bellissimo di Englander sul Rabbino che fa Babbo Natale a Brooklyn. Te lo devi leggere assolutamente.

4:32 PM  
Blogger hobbs said...

silvia: è cominciato che peggio non si poteva, in barba agli oroscopi. tu ci credi? io no...

8:42 AM  
Blogger hobbs said...

alpan: pure a te (in ritardo...)

amelia: il blog si ribella agli scempi grammaticali dell'autore...

flounder: provvederò. hai visto per caso il film dei cohen tu?

8:45 AM  
Anonymous freesia said...

amour, ma l'hai visto tu A+R andata e ritorno?
libero de rienzo fa il babbo natale, non dice che babbo natale non esiste ma... te lo lascio vedere! ;)
***

1:32 PM  
Anonymous Anonimo said...

So, even though the links of london wedding attire is given the prime links jewellery focus, it is important to look into links of london uk issues like the choice of hair and make-up, cheap links of london shoes that compliment the attire and links london jewellery other such seemingly trivial yet very cheap watch charm important details.Things to Look Out for friendship bracelets by choosing, shoes that compliment your sweetie bracelets uk wedding attire perfectly. Make sure to not only Links london Chains focus on the look of the shoe but to also pay links london pendants attention to the material of the shoe.

6:45 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home