lunedì, marzo 09, 2015

[nati ieri]















(illustrazione: Brad Holland)

No mi va di conoscere i tuoi amici, il tuo migliore amico, la tua migliore amica, i tuoi genitori il tuo gatto, vedere il tuo armadio o scorrere con lo sguardo la tua libreria per vedere se leggiamo gli stessi libri e poi fingerci stupiti. Non mi va di entrare nelle tue abitudini, nei tuoi giorni assonnati, di vedere che strade fai per andare a lavoro o in quale bar bevi il caffè o dove andavi a scuola, non voglio vedere le tue foto da ragazzina con le trecce e le maschere di carnevale, né tantomeno quella in cui spegni le candeline con le guance di mela e gli occhi sgranati. Non voglio conoscere tuo fratello, stringergli la mano, sapere dei tuoi ex, ascoltare la noia infinita del tuo dolore passato con aria compassionevole, non voglio fare il complice senza esserlo, me ne frego se sei disordinata o bulimica, celiaca o allergica alle graminacee, clitoridea o vaginale, se tieni il punto g sul comodino per comodità o se tieni il punto e basta, se sei buddista o ipocrita non praticante, se quella cicatrice te la sei fatta cadendo con lo scooter quella volta che, anche perché non me ne frega niente di quella volta che, né di scoprire che hai gli occhi di tua madre, se ti piace Gould, la cioccolata, a quale fermata prendi l'autobus, qual è il tuo ristorante preferito o se non voti dal duemilaeuno. Non dirmi che giornali leggi, che musica ascolti, cosa ti fanno il vino e settembre, non voglio sapere il tuo colore preferito, nulla della tua faccia sfatta alle sette del mattino, il segno zodiacale, da quale parte del letto dormi, perché hai quella cicatrice sopra il labbro, non dirmi se un uomo deve farti ridere o piangere, quanto prendi di stipendio. Non dirmi un cazzo di niente, o sono perduto.

11 Comments:

Blogger amanda said...

folgorato sulla via di Damasco non accetta neppure una ratealizzazione per dare molto tempo al gioco dello stupore

11:28 AM  
Blogger hobbs said...

amanda:
non ci ho più il fisico, nemmeno per le rate :)...

11:33 AM  
Anonymous Anonimo said...

la cicatrice con lo scooter, gould, la cioccolata, il vino e settembre… Hobbs parli di me? cazzo, agghiacciante fare questa parte…
tant'è, ogni volta riesci ad emozionare.
ancora, Gabriela

12:09 PM  
Anonymous e.l.e.n.a. said...

ho capito ... preferisci le blind audition ooopsss seduction...!


:)

7:05 PM  
Anonymous e.l.e.n.a. said...

adoro l'illustrazione.

7:06 PM  
Blogger albafucens said...

[nati ieri]così come potrebbe essere nati oggi... :) perché ogni, passo, incontro, panorama e tanto altro, è un nuovo incipit... racconto

8:20 AM  
Blogger hobbs said...

Gabriela, e fortunatamente dopo tanto tempo sei ancora qui... :)

9:17 AM  
Blogger hobbs said...

elena, è uno dei più grandi illustratori americani, si chiama brad holland, ti consiglio vivamente di cercarlo su google, ti rifarai gli occhi...

9:18 AM  
Blogger hobbs said...

alba, bisognerebbe svuotare la cache prima di ogni storia d'amore, come i computer... :)

9:19 AM  
Anonymous aitan said...

Clap clap!

(E giuro che non sono un robot. (e se lo sono o lo sono stato, me ne sono dimenticato.))

5:45 PM  
Anonymous Laura said...

Un blog fantastico, complimenti!
Cari saluti da Brunico Hotel Rudolf, Laura.

4:07 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home