sabato, giugno 03, 2006

la marmotta albina (e la regola della pazienza)

Posted by Picasa



Era l’estate del 1967 o era il 1999 non ricordo, ero un bambino di poco più di quaranta anni, con le gambe secche e le scapole senza piume. Orlando invece aveva le dita lunghe come sartie e nodi serraglio alle nocche di sale. “quanto manca?” chiedevo “ancora un poco, devi avere pazienza…” “lo sai cos’è la pazienza?” “no” “è, quella cosa che dopo un attesa ti fa dire ne valeva la pena…” Non che ci credessi proprio a questa storia della marmotta albina,”la notte di san Lorenzo la cosa migliore che ti può capitare di vedere, non sono le stelle cadenti, ma la marmotta albina. Esce dalla sua tana, bianca come un dente da latte a mezzanotte precisa, si issa sulle zampe e ulula ai satelliti”. Suo zio Saro Raffadali ne aveva vista una da ragazzo, in cima allo scoglio del salto, e dopo era diventato ricco sfondato, ricco al punto che costruiva ponti che poi lasciava a metà.”Orlando” diceva “ricordati che le cose migliori, sono quelle che sembrano non finite.” Orlando diceva un sacco di cazzate, come quella volta che raccontò di essersi scopato tre donne contemporaneamente su una nave diretta a Pernambuco. Lui raccontava quel genere di cazzate, quelle che nessuno può contestare, cazzate senza prove insomma, che poi sono le migliori. Infatti io ci credevo. Aveva un dente di squalo al collo e dei risvolti poetici ai pantaloni, roba da mal di cuore. Girava scalzo con una fiocina nel costume color aragosta e mangiava solo fichi d’india, con tutta la buccia “perché le spine a me, non mi fanno un cazzo” diceva ridendo di sangue. Ci arrampicammo a passi bianchi fin sopra la scogliera, nel punto più alto,. Dove il vento fermo ha la voce delle cicale. L’acqua da li sembrava verde, dietro un culo di bottiglia, e potevamo vedere il narvalo in amore e le prue degli scogli come un rompighiaccio, Le nuvole erano un drago bianco diretto verso il golfo di Capistrano. Orlando nell’attesa faceva scoppiare i ramarri con il tabacco. Poi rideva. “arriverà”, diceva, “arriverà…” bisognava ammazzare il tempo, con le mani nelle mutande. I pomeriggi si scioglievano liquidi, nel battere del perineo, dopo i racconti sulla puttana greca o di quella volta che la cugina con le tette come due meloni glielo aveva toccato di nascosto durante la messa, proprio mentre la zia si soffocava con l’ostia tra le braccia dell’amato Don Gaetano. Le nuvole adesso sembravano un cane da caccia e puntavano verso sera con la coda dritta e una zampa avanti. Aspettammo per ore, la marmotta albina non venne mai. Mai più. Contammo 2766 scolature di desideri , un buco nero e scoprimmo la costellazione della falce e martello. Non se ne avverò nemmeno uno, però, imparai ad aspettare.

“quanto manca?” “ancora un poco, devi avere pazienza…” “lo sai cos’è la pazienza?” “no” “è, quella cosa che dopo un attesa ti fa dire chi cazzo me lo ha fatto fare…”

24 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Non ti dovrei commentare, e tu sai perchè, grrrr, ma questo credo sia uno dei tuoi migliori scritti...
geniale, irriverente e visionario...
c'è proprio la tua firma sopra...
un bacio e vado a cercare la marmotta albina, vediamo se sta stronza si fa vedere eh..
ps: nn sn per niente paziente... quoto la seconda definizione :D
niobe

3:50 PM  
Blogger Asia said...

Mi hai fatto tornare in mente un film "Tutta colpa del paradiso", dove si cercava incessantemente di incontrare lo stambecco "albino", bianco come la neve... e nel pazientare... ne sono successe di cotte e di crude, però poi alla fine ...eccolo.

Poi ho sorriso...pensando, nello stesso film, alla pazienza nell'accettare l'albero "di gomma"... :))te lo ricordi?

forse è vero, per certe cose ( e per certe persone) ci vorrebbe una pazienza infinita, ma guai pensare di rinunciarci.
Ti bacio
Asia

6:45 PM  
Anonymous strepitio said...

una di quelle storie che fa piacere sentire questa domenica.
dopo tutto.

1:33 PM  
Blogger mn said...

a me vengono in mente le vignette di charlie brown, quando linus aspetta nell'orto l'arrivo del grande cocomero!!!

6:25 PM  
Anonymous Anonimo said...

"dita lunghe come sartie e nodi serraglio alle nocche di sale": bellissimo!
SmokingPerm

10:58 AM  
Anonymous Barbara said...

Ho solo una parola per questo post... STUPENDO.
Ciao

2:47 PM  
Blogger hobbs said...

@niobe:...devo dire che piace amche a me. e come si fa a non quotarla? tanto più è lunga l'attesa tanto più...
trovata la mamotta poi?...

@asia:...dici che l'attesa (il gioco) vale la candela? :) forse hai ragione, l'eccezione sulle persone potrebbe essere materia di discussione, parliamone...


@mn:...oibò! ricordo un sacco di cose ad un sacco di gente! :)

@smoking:...i nodi non li so fare, ma suonano che è una bellezza...

@barbara:...una sola parola anche per te, grazie...

2:47 AM  
Blogger hobbs said...

@strepitio:...allietarti la domenica (o almeno un suo spicchio) mi aggrada assai...

2:47 AM  
Blogger Pralina said...

posso depositare un bacio?

11:16 AM  
Anonymous Anonimo said...

no, sta maledetta fa la sciantosa... e nn si è fatta vedere...
baci
niobe

12:35 PM  
Blogger hobbs said...

@pralina:...come no...

@niobe:...pazienza, pazienza...

2:03 PM  
Blogger Pralina said...

Qui Brigate Grosse. La rivoluzione della realtà della nostra carne è appena iniziata. C'è voglia di spakkare il culo al mondo della moda. Stilisti misogini e mondo patinato (falso) televisivo tremate, le ciccie son tornate... siamo in tante, tutte bellissime e tutte diverse.
;)
Andate tutti e tutte sul mio blog a commentare il mio post sulla bella ciccia, oppure son dolori... vi prendo a pedate con i miei anfibi nuovi.

PUNKABBESTIAAAAAAAA!!!!!!!

O_____°

2:13 PM  
Blogger hobbs said...

@brigate grosse:...e chi pensate di rapire? kate moss o olivia?...

2:39 PM  
Blogger alpan said...

io credo di essere paziente e qualche volta credo che ne valga davvero la pena....anche se la marmotta albina ancora non l'ho vista....(finora mi sono limitato alla marmitta)ma aspetto con ansia il dieci di agosto....
davvero uno di quei post con il tuo marchio impresso....
davvero bello...;)
un abbraccio

4:55 PM  
Blogger hobbs said...

@alpanico:...una volta o l'altra dovremmo aspettarla insieme, magari arriva.

p.s.
è vero, sei paziente, molto più di me, da sempre. ora che ci penso, la tua, è arrivata ed ha il tuo sorriso...

4:58 PM  
Anonymous flounder said...

questa è una cose migliori lette ultimamente, qui e altrove.
orlando mi fa pensare a un mio collega, che pure lui raccontava di queste prodezze sessuali e diceva un sacco di palle.
poi si sposò con una tizia e diceva che il padre si occupava di import-export.
poi ridimensionò e disse che era un cash and carry.
poi un altro collega ci raccontò che la verità era che il suocero aveva un banchetto con il quale vendeva olive e lupini a Capri, verso i faraglioni.
e considerato che li vendeva alle tedesche e aveva le rotelle, era sia export che cash and carry.

5:14 PM  
Blogger hobbs said...

@flounder:..è quello li, proprio lui...:)
raccontare palle può essere una tentazione irresistibile a volte, io sono un cazzaro da difesa, appartengo a quella categoria che di tanto in tanto mente, per non avere rotture di cabbasisi...

certi tuoi commenti...vabbè lo sai dai...

10:14 PM  
Blogger Pralina said...

Buongiorno caro, guarda cos'ho trovato nel blog di Clown Patrizio...
:O)

DOLCE (NOTTE)

Anche oggi ti cercherò... come tutte le notti..
Mai rinnegherò la notte della nostro primo volta...
Appena i miei occhi ti hanno notato.. lo sapevo...
che in nessun caso avrei potuto rinunciare a te...
L’autocontrollo oramai un traguardo irraggiungibile...
Consapevole che sei sublime seduzione..
non chiederò indulgenza in nessun caso...
Appena ti percepisco ti adoro e.. ti desidero...
perché senza di te.. mi sento vuoto dentro...
Lentamente le mie mani ti afferrano...
... ti spoglio... passionalmente...
Che magico incanto sei.....
Le mie dita ti sfiorano appena..
per paura che ti sciogli nel nulla...
Ti porto vicino a me... al mio viso...
I miei occhi osservano la tua forma sottile...
respiro il tuo dolce profumo...
le mie labbra sentono il tuo amabile sapore....
Non riesco più a trattenermi.... sei padrona di me
Il mio cuore saltella.. mi manca il respiro...
Apro le mie labbra... la mia lingua sente...
come lentamente ti stai lasciando andare....

Ti mangio tutta... mia adorata cioccolata....!!!

Questa notte mi sono svegliato... e ho aperto una tavola di cioccolato (e sì.. mi butto sul dolce!)... e mentre stropicciavo il mio cane (che stava lì, invidiosissimo, ad osservare come pezzo per pezzo del cioccolato spariva nella mia bocca) sognavo .... la mia donna....

8:50 AM  
Blogger hobbs said...

@pralina:...giovedì ipoglicemico?...

10:02 AM  
Anonymous centauro said...

Stile inconfondibile, proprio un bel post.
Vale anche per quelli precedenti che non avevo ancora letto e che mi sono affrettato a "recuperare".
Ciao

2:26 PM  
Blogger hobbs said...

@centauro:...aficionado! :)...

anche io ti devo un commento...

10:11 AM  
Anonymous Anonimo said...

Mo' scendo, mo' scendo... porta pazienza!
hi hi
charm

11:47 AM  
Blogger hobbs said...

@charm:...e dopo? :)...

12:05 PM  
Anonymous Anonimo said...

What a great site Shanghai counter surveillance custom orthotics and running shoes muscle pain relief lower back pain relief arthriti Car cover hood Golden glow saunas Portland oregon age 19 rent car Maternity products and clothes Tabletten bextra Saab spares uk slots machine Asian massage in orange county Tramadol buy online Buy b acyclovir b Online prescriptions for pain relief http://www.acura-tsx-test-drive.info/Elbowpainrelief.html pictures of foot fetish Perform pain relief free sex xxx hentai nude manga woman upskirt

4:56 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home